https://hookupwebsites.org/it/abuso-emotivo-cosa-cercare/Abuso emotivo: cosa cercare
Divulgazione di affiliazione

Abuso emotivo: cosa cercare

Abuso emotivo: cosa cercare

Quando consideri cos’è la violenza domestica, probabilmente hai quelle immagini spaventose nella tua testa di un partner indignato che attacca fisicamente sua moglie o peggio, i loro figli, provocando una frenetica chiamata di emergenza al 911. Mentre – ovviamente – la violenza non è solo terrificante ma dannosa, il tipo di abuso molto più comune non ha nulla a che fare con qualcuno che usa le sue mani, ma piuttosto con le sue parole. In effetti, i terapeuti spesso affermano che molte persone (soprattutto donne) subiscono abusi emotivi ogni singolo giorno senza rendersene conto.

“L’abuso emotivo può verificarsi in qualsiasi relazione una volta ogni tanto o continuamente. Penso che la maggior parte delle persone a un certo punto della loro vita abbia sperimentato una qualche forma di abuso emotivo. Rimproverare una persona, urlarle contro, insultarla, farla sentire meno , tutto ciò costituirebbe un abuso emotivo. Alla base dell’abuso emotivo c’è che la vittima è costretta a sentirsi male con se stessa. L’abuso emotivo può essere pericoloso se la persona si lascia abusare e poi inizia a deprimersi ” spiega la dottoressa Dawn Michael, sessuologo clinico ed esperto di relazioni.

Ti stai sgridando per niente.

Ogni coppia – non importa quanto siate uniti l’uno per l’altra – ha dei disaccordi. I terapeuti in realtà affermano che discutere all’interno di una relazione può essere salutare, poiché ti aiuta a comunicare meglio con il tuo partner e può aiutarti ad ampliare la tua prospettiva. Ma c’è una differenza tra litigare su chi ha portato a spasso il cane per ultimo e il tuo partner che ti urla in modo inappropriato. “Chiamiamo questo la sensazione di camminare sui gusci d’uovo” o in altre parole, quando anche il più piccolo errore che fai fa arrabbiare la persona con te. Questo a sua volta può rendere una persona nervosa intorno a quella persona e commettere ancora più errori, “Spiega Michele. “Questo è particolarmente insidioso perché se fai qualcosa di piccolo che non gli piace, la tua aspettativa sarebbe che lo spazzassero via o che dicessero gentilmente di non farlo, ma una persona che urla contro le piccole cose di solito è una persona che controlla e ha pochissima pazienza e quindi permette a piccoli errori di turbarli. Per esempio, una volta non metti il tappo del dentifricio e ti urlano contro e ti dicono che non ti importa di loro perché te ne sei andato il tappo.”

Dicono commenti furbi che battono la tua sicurezza.

Anche se il tuo ragazzo potrebbe prenderti in giro per il modo in cui sbucci un’arancia o per il modo pazzo in cui ti piace mangiare le patatine fritte con salsa ranch e ketchup, un partner violento dirà con attenzione alcune cose che ti sfregano nel modo sbagliato. Non solo è una tattica per avere sempre il sopravvento, quelle osservazioni nel tempo abbattono la tua fiducia e ti portano a fare affidamento più esclusivamente su di lui per la tua autostima. “Un partner emotivamente violento ti butterà giù, invece di sollevarti. Invece di farti i complimenti, ti umiliano, il che può farti stare male con te stesso. Potrebbero dire che se fossi più intelligente avresti un lavoro migliore, o se hai perso peso le persone ti vorrebbero di più. Può anche essere umiliarti per farti sentire piccolo in modo che si sentano meglio con se stessi. Questa non è una brava persona!”

Risultano sempre a insulti.

Di tutte le cose che il tuo partner dovrebbe chiamarti, i nomi dispregiativi e umilianti non sono termini di tenerezza o affetto. Invece, sono un modo per farti sentire negativo su te stesso o per vincere una discussione. “Quando le coppie litigano non è perché litigano perché tutte le coppie lo fanno, ma come litigano. Quando il soprannome fa parte della discussione, i suoi effetti sono duraturi”, spiega Michael. “Una volta che esce dalla tua bocca non puoi più rimetterlo dentro. Chiamare per nome è molto immaturo oltre che un modo per ottenere il controllo piuttosto che risolvere un problema e quello che succede nel tempo è che la persona a cui viene chiamato il nome inizia appena a perdere ogni rispetto per l’altra persona.”

Cosa dovresti fare?

In tante parole: difendi te stesso ed esci dalla statistica della relazione. “Se il tuo istinto ti dice che ti senti offensivo, allora lo è. Non nasconderlo sotto le coperte e prenderlo, difenditi e fai sapere a quella persona che non glielo prenderai, se loro non riescono a tenere sotto controllo la loro rabbia, hanno bisogno di aiuto”, dice Michael. “Ci sono solo così tante volte in cui una persona può scusarsi per essere stata offensiva. Se continua a farlo, digli che quando agirà in quel modo non ti impegnerai con loro e non te ne andrai finché non si saranno calmati e saranno rispettosi. Se ti ritrovi a combattere, fermati e vai via, perché poi si riscalda senza alcuna risoluzione, non abbassarti ai loro livelli”.

Scopri di più sull’abuso emotivo e su come ottenere aiuto.

Informazioni sull’autore: Lindsay Tigar è una scrittrice, editrice e blogger single di 26 anni che vive a New York City. Ha iniziato il suo popolare blog di appuntamenti, Confessioni di un’appassionata d’amore, dopo troppi appuntamenti terribili con uomini alti ed emotivamente non disponibili (la sua debolezza personale) e ora sta sviluppando un libro su di esso, rappresentato dalla James Fitzgerald Agency. Scrive per eHarmony, YourTango, REDBOOK e altri. Quando non scrive, puoi trovarla a una lezione di boxe o yoga, prenotare il suo prossimo viaggio, sorseggiare vino rosso con gli amici o portare a spasso il suo adorabile cucciolo, Lucy.

Anisa
Anisa
Anisa
MS, RD e scrittore
Anisa è consapevole che la crescita richiede tempo. Fornisce alle persone gli strumenti di cui hanno bisogno per affrontare le loro emozioni, migliorare la loro comunicazione e riflettere sul loro valore.
inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.1
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
BeNaughty
9.7
Leggere