https://hookupwebsites.org/it/puoi-prevedere-se-imbrogliano/Riesci a prevedere se imbroglieranno?
Divulgazione di affiliazione

Riesci a prevedere se imbroglieranno?

Riesci a prevedere se imbroglieranno?

L’infedeltà si verifica con una frequenza allarmante, come possono confermare le notizie recenti. Sebbene oltre il 95% delle persone pensi che l’infedeltà sia sbagliata, nel corso della vita il 22 %-25% degli uomini e l’11 %-15% delle donne ammetteranno di avere rapporti extraconiugali e, se si include l’infedeltà emotiva, i numeri crescono a quantità; alcuni sondaggi stimabili hanno stimato che più del 40% di tutti i matrimoni ha una qualche forma di infedeltà.

Quindi puoi dire se qualcuno sta per imbrogliare?

Alcune persone pensano di poter trarre una conclusione basandosi solo su segnali visivi. Danno la colpa ai livelli di testosterone del marito o al fatto che la moglie non fa sentire il marito un eroe. Si sbagliano. Non si capisce dai suoi zigomi o perché sua moglie lo ignora.

Chi è vulnerabile?

La ricerca ha dimostrato che non c’è UNA ragione per cui i coniugi tradiscono le loro mogli/mariti. Alcune persone lo fanno perché sono potenti e pensano di poter barare e non farsi prendere; alcuni perché non ricevono amore, intimità o attenzione dai loro coniugi; e alcuni perché lo straniero caldo flirta con loro proprio nel momento sbagliato. Ci sono molte ragioni per cui succede e le cose che possono portare a barare possono essere sottili e difficili da vedere quando iniziano.

Da dove inizia e con chi? Non è così semplice come “Lui è un idiota” o “Non riesce a controllarsi”. I ricercatori hanno svolto molto lavoro esaminando il tipo di persona che ha maggiori probabilità di tradire e il tipo di matrimonio in cui è più probabile l’imbroglio. E si scopre che le radici dell’infedeltà possono essere molto profonde. Ci sono tipi di persone che sono più vulnerabili a impegnarsi in affari. Probabilmente non sorprende che gli uomini abbiano maggiori probabilità di imbrogliare (specialmente quelli che si sentono impotenti e socialmente isolati), ma entrambi i sessi possono facilmente rientrare nei seguenti gruppi:

Coloro che bramano l’eccitazione

Coloro che hanno una storia di divorzio, abusi sessuali o problemi psicologici come depressione o disturbo bipolare

Chi non è religioso

(Promemoria: il contenuto di questo articolo si basava su una revisione completa della ricerca sul coinvolgimento extraconiugale fatta da Allen, Atkins, Baucom, Snyder, Gordon e Glass che è apparsa sulla rivista di Clinical Psychology: Science and Practice, volume 12 in l’estate del 2005 alle pagine 100-130. Per ulteriori informazioni, vedere la citazione dettagliata in fondo a questo articolo.)

Le radici del tradimento possono anche risiedere nella qualità del matrimonio. I coniugi che hanno molti conflitti e poco calore e vicinanza con i loro partner e tendono a trascurare o dare per scontati gli aspetti sessuali delle loro relazioni hanno maggiori probabilità di diventare gli autori o le vittime dell’infedeltà.

Ma nessuna di queste cose significa che qualcuno tradirà. Nessuno è destinato a barare. In effetti, gli imbroglioni raramente intendono imbrogliare.

Dov’è il punto di non ritorno?

Più spesso gli imbroglioni si trovano a scivolare lungo un pendio scivoloso prima che se ne accorgano. L’eventuale traditore potrebbe trovarsi a negare i rischi di una relazione fiorente pensando: “È solo pranzo, non è un grosso problema”; “Non è un grosso problema se le faccio un regalo”; o “Certo che l’ho baciato, ma eravamo ubriachi alla festa”.

Il coniuge non traditore può percepire che qualcosa non va prima che si verifichi l’imbroglio. Ma invece di affrontare il problema, potrebbe avere paura che il matrimonio finisca o essere felice al pensiero di passare meno tempo a litigare. Evitando un possibile confronto sulla questione, il coniuge può effettivamente autorizzare l’imbroglione a scivolare ulteriormente lungo il pendio scivoloso. In effetti, alcuni clinici sostengono che la strada per tradire può essere lastricata da entrambi i coniugi. Alcuni comportamenti sia all’interno che all’esterno del matrimonio possono dettare il percorso futuro. Quando uno dei coniugi trattiene emotivamente o fisicamente, l’altro coniuge può riempire quel vuoto al di fuori del matrimonio. Ad esempio, un coniuge sente il bisogno di intimità e flirta casualmente con qualcun altro, e l’altro coniuge risponde non attraverso un confronto costruttivo ma attraverso rabbia silenziosa ed evitamento/ritiro. Questo spesso lascia il potenziale imbroglione ancora meno soddisfatto e cerca l’intimità da qualche altra parte.

Ad un certo punto quel momento accade e la relazione che prima era innocente diventa qualcosa di infinitamente più complicato. Alcune delle prove scientifiche che ho esaminato affermano che gli imbroglioni spesso riferiscono di farlo perché qualcuno si è avvicinato a loro ed erano ubriachi, stressati o tristi. Eppure le loro storie sono ancora più profonde di una reazione riflessiva di lussuria. Gli imbroglioni riferiscono anche che l’infedeltà spesso si verifica per la prima volta dopo una discussione particolarmente intensa con i loro coniugi o un coniuge che si rifiuta di cercare un aiuto professionale. Questi alterchi lasciano il coniuge traditore vulnerabile o abbattuto sullo stato del matrimonio. Ricorda, i matrimoni dati per scontati da entrambi i partner sono suscettibili di infedeltà.

Quanto tempo durano in genere?

Quando succede, una relazione può durare ore, settimane, mesi o molti anni. Un ricercatore ha riferito che la relazione media è durata circa sei mesi. Nonostante ciò che affermano alcuni esperti, c’è sorprendentemente poco lavoro credibile sul perché queste relazioni continuino. In effetti, esiste solo uno studio scientifico sul motivo per cui le persone continuano le relazioni e ha riferito che le donne che provano sentimenti d’amore verso il partner extraconiugale hanno maggiori probabilità di continuare la relazione.

Ironia della sorte, gli imbroglioni spesso riferiscono di sentirsi tormentati dal senso di colpa per la relazione e vogliono ancora che i loro matrimoni abbiano successo. Allora perché continuano a barare? Il traditore potrebbe preoccuparsi che il suo nuovo partner riveli la relazione al coniuge, ponendo fine al matrimonio. Il partner extraconiugale può provare sentimenti genuini per l’imbroglione e lavorare sodo per tenerli impegnati nella relazione. E se il coniuge sospetta una relazione, potrebbe diventare ancora più disimpegnato nel matrimonio, spingendo il suo partner più a fondo nella relazione. Al momento, non esiste un buon lavoro scientifico sull’argomento.

Quindi, mentre gli esperti e gli esperti discutono di Eliot Spitzer e se la relazione è stata colpa sua o di sua moglie Silda o la colpa di una società ossessionata dal sesso o l’inevitabile destino dei politici di avere relazioni (si rende l’idea), sappiate che la vera storia dietro l’infedeltà non è così semplice.

Cosa sai fare?

Sappiamo tutti che l’infedeltà è sbagliata. Infrange le promesse fatte in un matrimonio e può causare danni irreparabili alla relazione. Molte volte è il punto di rottura, che trasforma un matrimonio che potrebbe essere salvato in uno destinato a fallire. Fa male ai coniugi, ai loro figli e alle loro famiglie. Ma è importante capire tutta la complessità del perché succede e chi è a rischio. Incolpare senza capire veramente la situazione può essere divertente (quando non è il tuo matrimonio o qualcuno a cui tieni), ma non ci aiuta a capire tutto ciò che possiamo fare per prevenirlo.

Ci sono cose che puoi fare per rendere meno probabile una relazione nel tuo matrimonio. Cerca di mantenerlo nuovo, caldo e connesso. Dai priorità al tuo matrimonio e mantieni le altre relazioni nella zona degli amici. Lavora sulla tua relazione prima piuttosto che dopo, nel senso che se percepisci cambiamenti nel modo in cui vi trattate, non aspettare che le crepe diventino un abisso tra voi due. Ricorda, la lussuria può essere una forza potente che ti fa fare cose di cui poi ti penti, e non va via solo perché sei in una relazione.

Se stai lottando nel tuo matrimonio, stai lontano dalle situazioni in cui potresti essere tentato, specialmente quando sei depresso, vulnerabile o ubriaco e il tuo giudizio potrebbe essere più debole del normale. Se senti che il tuo partner potrebbe essere tentato da un altro, confrontati con lui o lei. Metti in chiaro che non approvi in alcun modo una relazione. E se tutto il resto fallisce, chiedi aiuto a un professionista: è meglio ammettere un’attrazione piuttosto che un’indiscrezione. Vai alla consulenza di coppia per affrontare i problemi del tuo matrimonio. Potrebbe non essere facile, ma alla lunga il tuo matrimonio sarà migliore.

Il contenuto dell’articolo si basava su una revisione completa della ricerca sul coinvolgimento extraconiugale condotta da Allen, Atkins, Baucom, Snyder, Gordon e Glass, apparsa sulla rivista Clinical Psychology: Science and Practice, volume 12 nell’estate del 2005 alle pagine 100-130. A pagina 106, passano in rassegna 15 articoli che hanno indagato sulla relazione tra religiosità e atteggiamenti sul coinvolgimento extraconiugale o sulla segnalazione di coinvolgimento extraconiugale. Di questi, un articolo ha rilevato che coloro che non segnalano alcuna affiliazione religiosa segnalano anche tassi più elevati di coinvolgimento extraconiugale, quattro articoli hanno rilevato che livelli più elevati di partecipazione a servizi religiosi e religiosità erano correlati negativamente all’avere atteggiamenti meno permissivi nei confronti delle relazioni extraconiugali, otto articoli hanno rilevato che una maggiore religiosità relativo a un minor numero di segnalazioni di coinvolgimento extraconiugale e due articoli non hanno trovato alcuna relazione tra religiosità e coinvolgimento extraconiugale. In sintesi, ci sono 13 articoli che hanno trovato una relazione negativa tra coinvolgimento extraconiugale e religiosità, due che non hanno trovato questa relazione e nessun articolo ha trovato una relazione positiva tra coinvolgimento extraconiugale e religiosità.

Se desideri esaminare la letteratura di partenza per queste affermazioni, consulta le citazioni elencate di seguito (i collegamenti all’articolo sono elencati quando disponibili la maggior parte degli articoli e dei libri sono disponibili presso una biblioteca dell’università locale).

Allen, ES, Atkins, DC, Baucom, DH, Snyder, DK, Gordon, KC e Glass SP (2005). Fattori intrapersonali, interpersonali e contestuali nel coinvolgimento e nella risposta al coinvolgimento extraconiugale. Psicologia clinica: scienza e pratica, 12, 100-130. http://pt.wkhealth.com/pt/re/cpsp/abstract.00126206-200501220-00001.htm;jsessionid=JQHJQb44z1hbk1yGwMpYLLg33RffKTQyJh02z9cKcx3PPcJgKBsW!-1046349743!181195628!8091!-1

Greeley, A. (1994). Infedeltà coniugale. Società, 31, 9-13. http://www.accessmylibrary.com/coms2/summary_0286-156714_ITM

Cochran, JK, & Beeghley, L. (1991). L’influenza della religione sugli atteggiamenti verso la sessualità non coniugale: una valutazione preliminare della teoria dei gruppi di riferimento. Rivista per lo studio scientifico della religione, 30, 45-62.

Kraaykamp, G. (2002). Tendenze e controtendenze nella permissività sessuale: tre decenni di cambiamento di atteggiamento nei Paesi Bassi 1965-1995. Diario di matrimonio e famiglia, 64, 225-239. http://www.jstor.org/pss/3599790

Scheepers, P., Te Grotenhuis, M., & Van Der Slik, F. (2002). Educazione, religiosità e atteggiamenti morali: spiegare le differenze di effetti transnazionali. Sociologia della religione, 63, 157-177. http://www.jstor.org/pss/3712563

Smith, TW (1994). Atteggiamenti verso la permissività sessuale: tendenze, correlazioni e connessioni comportamentali. In AS Rossi (a cura di), La sessualità nel corso della vita (pp. 63-97). Chicago: University of Chicago Press. http://www.press.uchicago.edu/presssite/metadata.epl?mode=toc&bookkey=40826

Amato, PR, & Rogers, SJ (1997). Uno studio longitudinale dei problemi coniugali e del successivo divorzio. Diario del matrimonio e della famiglia, 59, 612-62. 4 http://www.jstor.org/pss/353949

Atkins, DC, Baucom, DH e Jacobson, NS (2001). Comprensione dell’infedeltà: correlazioni in un campione casuale nazionale. Giornale di psicologia familiare, 15, 735-749. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11770478

Bunk, B. (1980). Sesso extraconiugale nei Paesi Bassi. Stili di vita alternativi, 3, 11-39. https://commerce.metapress.com/content/up353qh21057j410/resource-secured/?target=fulltext.pdf&sid=mfckrs454kbwk4u30qwgvm45&sh=www.springerlink.com

Choi, K., Catania, JA, & Dolcini, MM (1994). Sesso extraconiugale e comportamento a rischio HIV tra gli adulti statunitensi: risultati dell’indagine comportamentale nazionale sull’AIDS. Giornale americano di sanità pubblica, 84, 2003-2007. http://www.pubmedcentral.nih.gov/articlerender.fcgi?artid=1615405

Hunt, M. (1976). Il comportamento sessuale negli anni ’70. New York: Dell. Disponibile su http://cgi.ebay.com/Sexual-behavior-in-the-1970s,,-Morton-M-Hunt,-Good-Book_W0QQitemZ300296730450QQcmdZViewItemQQimsxZ20090227?IMSfp=TL090227115009r11885

Janus, SS e Janus, CL (1993). Il rapporto Janus sul comportamento sessuale. New York: Wiley. Disponibile su http://www.amazon.com/Janus-Report-Sexual-Behavior/dp/0471016144

Kinsey, AC, Pomeroy, WB, Martin, CE e Gebhard, PH (1953). Comportamento sessuale nella femmina umana. Filadelfia: WB Saunders. Disponibile su http://www.amazon.com/Sexual-Behavior-Human-Female-Introduction/dp/025333411X

Lawson, A., & Samson, C. (1988). Età, sesso e adulterio. British Journal of Sociology, 39, 409-440. http://www.jstor.org/pss/590485

Blumstein, P., & Schwartz, P. (1983). coppie americane. New York: William e Morrow. Disponibile su http://www.amazon.com/American-Couples-Philip-Blumstein/dp/0688047858

Spanier, GB, & Margolis, RL (1983). Separazione coniugale e comportamento sessuale extraconiugale. Il giornale della ricerca sessuale, 19, 23-48.

Napier, AY, & Whitaker, C. (2002). Il crogiolo familiare: l’intensa esperienza della terapia familiare. New York: Harper Collins.

Dovresti mai dare una seconda possibilità a un traditore? Continuare a leggere!

Ottieni articoli simili nella nostra road map Stages of Love!

Anisa
Anisa
Anisa
MS, RD e scrittore
Anisa è consapevole che la crescita richiede tempo. Fornisce alle persone gli strumenti di cui hanno bisogno per affrontare le loro emozioni, migliorare la loro comunicazione e riflettere sul loro valore.
inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.1
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
BeNaughty
9.7
Leggere