https://hookupwebsites.org/it/sette-modi-per-assicurare-che-la-tua-relazione-durera/Sette modi per garantire che la tua relazione duri
Divulgazione di affiliazione

Sette modi per garantire che la tua relazione duri

Sette modi per garantire che la tua relazione duri

Autore, relatore e pioniere nella trasformazione personale, il Dr. Ken Druck e la sua compagna, Lisette Omoss, rivelano le loro linee guida per promuovere una relazione sana.

Siamo entrambi cresciuti sul lavoro, imparando dalle nostre relazioni. Per rendere il nostro nuovo amore tutto ciò che volevamo, abbiamo dovuto fare il passo successivo. Imparare a prenderci cura del “bambino”, come lo chiamiamo noi, è come lo abbiamo fatto.

Ken: A 46 anni mi sono ritrovata sola per la prima volta da quando ne avevo 19. Avevo imparato molto sull’essere in una relazione a lungo termine, ma ero completamente impreparato per essere single, uscire con qualcuno o iniziare un’altra relazione intima. Non mi ci è voluto molto per capire che dovevo tornare a scuola, il che significava conoscere meglio me stessa e le donne che vedevo.

Ogni relazione dal mio divorzio mi aveva insegnato qualcosa su cosa significa avere successo in una relazione intima ed esclusiva. Ho conosciuto i miei punti di forza e di debolezza e ho lavorato duramente per sviluppare le qualità come affidabilità, onestà, integrità, rispetto, giocosità, altruismo e umiltà che stavo cercando in un partner. Dopo aver eliminato alcune cattive abitudini, meccanismi di difesa e insicurezze che avevo raccolto lungo la strada, ero pronto a mettere a frutto tutto ciò che avevo imparato. È stato allora che Lisette è entrata nella mia vita.

* * * *

Lisette : Ho passato i primi 40 anni della mia vita cercando di essere la moglie, madre, figlia e sorella perfetta, e conquistare l’approvazione di tutti. Una terribile tragedia, la morte di mia nipote, Erin, mi ha costretto a svegliarmi e a smettere di vivere per tutti gli altri. Leggere ciò che Erin aveva scritto sulle cose che voleva realizzare, mi ha dato la forza e il coraggio per essere più onesto con me stesso e gli altri. Metterlo in pratica è stato molto più impegnativo di quanto mi aspettassi. L’ostacolo più grande, come si è scoperto, era la mia stessa paura.

Fin dall’infanzia, avevo evitato i conflitti. Quando mi arrabbiavo con qualcuno, o loro si arrabbiavano con me, chiudevo. Era la mia protezione e, inutile dirlo, non mi ha impedito di farmi male. Né ha aiutato nessuno dei miei rapporti. Quando ho deciso di dire come mi sentivo veramente, mio marito ha cercato di essere di supporto, ma questo era chiaramente un problema per lui. Ho fatto ogni tentativo per raggiungerlo e riportare il nostro matrimonio in carreggiata, ma non è stato così.

Ken e io ci siamo conosciuti dopo l’incidente di Erin quando il Jenna Druck Center, una fondazione senza scopo di lucro che ha chiamato per sua figlia, Jenna, era lì per aiutare la mia famiglia. Diversi anni dopo, dopo che entrambi i nostri rapporti erano finiti, Ken ed io diventammo buoni amici. Col tempo, il nostro affetto e il piacere di stare insieme ci hanno ispirato a fare il passo successivo. Abbastanza sicuro, ci siamo innamorati.

Il bambino è nato

Entrambi avevamo trovato quello che cercavamo in un partner ed eravamo pronti a portare il meglio che avevamo nella nostra relazione. Era ora di intensificare il nostro gioco. Ciò significava impegnarsi completamente, senza reti di sicurezza o backdoor. Una notte, abbiamo trovato un nome per la nostra relazione. L’abbiamo chiamato “Il bambino”. Era giovane, vulnerabile, fragile e prezioso, e aveva bisogno di amore, cure e protezione per crescere forte. Avremmo bisogno di essere all’altezza di questo standard, o rischiare di ripetere i modelli di fallimento del passato. Niente era più importante!

Stiamo insieme da diversi anni ormai. Ci consideriamo un lavoro in corso e lavoriamo diligentemente per tirare fuori il meglio gli uni dagli altri e da noi stessi. Ecco cosa abbiamo imparato:

1. Fai ciò che è necessario per creare fiducia e impegno

Ken : Grandi persone e relazioni ci chiamano a un livello superiore. Non chiedono niente di meno che il nostro meglio. Ciò significa onestà e integrità al 100%. Anche quando significa riconoscere una parte di noi stessi di cui non siamo orgogliosi e ripulire il nostro atto. Ho avuto difficoltà ad ammettere di essere diventato un po’ un flirt nel corso degli anni. I miei confini con le donne erano diventati troppo allentati. La cordialità ha creato l’aspetto che ero disponibile, quando non lo ero. E mentre il mio ego si nutriva, inconsapevolmente mancavo di rispetto al mio partner e mettevo a rischio la mia relazione.

Lisette è sempre stata una donna attraente. Cordiale, divertente, caldo e simpatico. Ma negava quanta attenzione stesse ricevendo dagli uomini. E comportarsi in modo un po’ ingenuo. Diversi uomini si erano innamorati di lei senza che lei se ne rendesse conto, fino a quando non era diventato un problema. Stava inconsapevolmente mettendo a rischio anche se stessa e le sue relazioni.

Entrambe queste cose hanno presentato seri problemi per il bambino. Sapevamo che doveva cambiare. Entrambi abbiamo dovuto ripulire i nostri atti, stringere i nostri confini e diventare più consapevoli di ciò che ci circonda. A poco a poco, l’abbiamo fatto! Stabilire parametri chiari per ciò che era OK e non OK quando si trattava di essere rispettosi ha rafforzato la nostra fiducia e il nostro impegno. Prendersi cura del bambino significa fidarsi l’uno dell’altro di essere onesti, rispettosi e fedeli il 100% delle volte.

2. La cura quotidiana e l’alimentazione del bambino

Ogni bambino ha bisogno e merita grande cura e attenzione. Questo significava considerare i sentimenti dell’altro con la massima considerazione e imparare a trattarli con la massima sensibilità. Dal momento che siamo tutti diversi, non esiste un approccio con il tagliabiscotti in cui una taglia si adatta a tutti. E non basta dire a noi stessi che abbiamo buone intenzioni, quindi il nostro partner dovrebbe essere soddisfatto del modo in cui lo trattiamo. Dobbiamo conoscerli.

Per noi, questo significava aggiornare il nostro software di sensibilità e sintonizzarci su come si sentiva l’altra persona. Imparare a chiedere che l’altro sentisse, dire quello che volevamo, attirarci l’un l’altro e chiarire dove ci trovavamo ha dato alla nostra relazione l’attenzione necessaria per fiorire.

Entrambi eravamo d’accordo. Niente sorprese. Nessun segreto. Tutto sul tavolo dove potremmo “elaborarlo” e approfondire la nostra comprensione reciproca. Anche se potrebbe scatenare una reazione. Evitare problemi inquietanti potrebbe essere più facile a breve termine, ma alla fine il debito arriva esigibile. Niente è più importante della comunicazione. Sollevare le cose invece di nasconderle, negarle, reprimerle ed evitarle è fondamentale. Quindi è rendere sicuro per l’altra persona parlare apertamente senza paura di imbattersi in un muro di difesa, insicurezza, scuse e/o giustificazioni. Avevamo bisogno di ascoltarci davvero l’un l’altro e parlare più apertamente dei nostri desideri più intimi. Ciò significava che non poteva esserci giudizio, sarcasmo o dirottamento di un problema dall’altro.

Lisetta: Una sera, ho chiesto a Ken se voleva che gli leggessi una sezione di un nuovo libro che io (e molte delle mie amiche) stavo leggendo intitolato Cinquanta sfumature di grigio. Ciò ha portato a una divertente conversazione su come vorremmo essere più avventurosi. E noi abbiamo! Ho colto l’occasione ed è stato ripagato dolcemente.

3. Check-in giornalieri per rimanere in contatto

I check-in sono il tessuto connettivo di una buona relazione. Trasmettere i momenti “migliori e peggiori”, “alti e bassi” della giornata o le cose che ci sono piaciute della giornata, apre una nuova linea di comunicazione. Come una linea di credito, sappiamo che è lì per ricorrere e attingere quando ne abbiamo bisogno. Inoltre, è più efficace della lettura del pensiero. Presumere che il nostro partner sappia come siamo o cosa vogliamo è una ricetta per il disastro. Una linea di comunicazione aperta fornisce un luogo sicuro e familiare per riconnettersi e chiedere ciò di cui abbiamo bisogno, indipendentemente dallo stato in cui ci troviamo.

I check-in danno il tono alla nostra relazione. Siamo tutti a un passo dall’addormentarci da soli o coccolati l’uno nelle braccia dell’altro. Dire come ci sentiamo e di cosa abbiamo bisogno prepara la tavola per mostrare al nostro partner che amiamo, apprezziamo e consideriamo una delle nostre benedizioni.

4. Apporta miglioramenti continui

La nostra relazione è un work in progress. Non deve essere perfetto per essere grande. Nemmeno noi. Crescita e miglioramento vengono dal conoscersi meglio, stabilire nuovi confini, consolidare i nostri accordi, scoprire nuovi orizzonti e dedicare del tempo al bambino. Relazioni forti richiedono una forte etica del lavoro, nonché la volontà di imparare, cambiare, sacrificarsi e creare scenari vantaggiosi per tutti.

5. Impara l’arte del perdono

Faremo tutti dei casini, commetteremo errori, regrediremo, falliremo e perderemo la nostra sensibilità nei confronti del nostro partner. Faremmo meglio a imparare a scusarci e perdonare. Consentire al nostro partner di ripristinare la loro buona fede e affidabilità quando sbagliano, e affrontarli in modo costruttivo, ci ha reso più forti e ha rafforzato i nostri accordi, tutto fondamentale per prenderci cura del bambino.

6. Tempo di gioco, date di gioco e una forte etica del gioco

Trovare il tempo per giocare o esplorare nuove cose è essenziale per mantenere felice il bambino. Che sia seduto sul ponte al tramonto, andando a concerti, spettacoli teatrali, conferenze o passeggiate, il bambino ha bisogno di divertimento e spensieratezza per crescere. Premere il pulsante “aggiorna” può essere semplice come cucinare una deliziosa cena insieme, dormire fino a tardi nel fine settimana, fare volontariato insieme, organizzare un appuntamento notturno, prendere lezioni di salsa o fare un’escursione su un bellissimo sentiero di montagna.

7. Cura sotto costrizione

Entrambi abbiamo avuto un intervento chirurgico nell’ultimo anno. Uno di noi doveva prendersi cura dell’altro. Essere testardi, fermamente autosufficienti e abituati a prenderci cura di noi stessi, ha richiesto un po’ di tempo per abituarsi. Entrambi stiamo imparando a stare fermi e a lasciarci prendere cura di noi stessi. Entrambi continuiamo a contorcerci, ma stiamo lentamente imparando cosa significa essere un gentile ricevitore.

L’amore da solo non fa per una relazione di successo. Le nuove coppie che operano con uno standard di cura chiaro e solido cresceranno e prospereranno. Mettere il benessere dell’altra persona lassù con il nostro crea amore, fiducia e sicurezza. Le relazioni sono un viaggio. Ognuno, diverso e in evoluzione. Annota alcune cose che puoi fare per rafforzare la tua relazione. Condividi con il tuo partner i tuoi pensieri su come potresti prenderti più cura del “bambino”. E chiedi aiuto a una terza parte, come un consulente di coppia, se necessario. Prendersi cura del bambino potrebbe non essere sempre facile, ma è un investimento che ripagherà ampiamente.

regole della vita reale

Ken Druck, Ph.D., fondatore del Jenna Druck Center di San Diego, è un rinomato esperto di resilienza, consulente organizzativo e pluripremiato autore di numerosi libri tra cui The Real Rules of Life (Hay House). Segui il blog di Ken o trovalo su Facebook.

Anisa
Anisa
Anisa
MS, RD e scrittore
Anisa è consapevole che la crescita richiede tempo. Fornisce alle persone gli strumenti di cui hanno bisogno per affrontare le loro emozioni, migliorare la loro comunicazione e riflettere sul loro valore.
inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.1
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
BeNaughty
9.7
Leggere