https://hookupwebsites.org/it/incontri-con-disabilita/Incontri con disabilità
Affiliate Disclosure

Incontri con disabilità

Incontri con disabilità

Stephen ricorda vividamente la prima volta che ha visto Marietta. Era in ritardo per una cena una sera tempestosa di febbraio. Marietta era tra la dozzina di ospiti già seduti a tavola quando finalmente arrivò, mezzo congelato, con la neve ancora attaccata ai suoi capelli.
“Non saprei dirti chi altro c’era nella stanza quella notte”, disse Stephen come un adolescente timido, anni dopo. “Mi ha sorriso e il freddo che avevo portato con me è svanito all’istante.”

Si scambiarono sguardi civettuoli per tutta la cena, seduti troppo distanti per una vera conversazione. Alla fine, il dessert fu pronto e Stephen iniziò a trovare il coraggio di avvicinarsi a lei. Fu allora che vide un dettaglio che lo fermò: Marietta era su una sedia a rotelle. Le sue gambe erano piccole rispetto al resto del corpo.
Marietta sembrava sapere che era un momento cruciale. Ha incrociato gli occhi con Stephen e ha aspettato.

“Ci ero già stata”, ha detto. “Ero abituato a diventare improvvisamente invisibile a qualcuno a cui ero interessato. La maggior parte degli uomini non riesce a vedere oltre la sedia”.

Stephen si immobilizzò, e per un momento sembrò che potesse essere come “la maggior parte degli uomini” e voltarsi dall’altra parte. “Mi sono passate per la testa mille cose”, ricorda. “Marietta mi stava guardando, sfidandomi a parlare con lei. Non riuscivo a staccare gli occhi da questa donna straordinariamente bella e dalla sua sedia a rotelle. Metà della mia mente mi diceva di correre. L’altra metà diceva, cosa c’è di sbagliato in tu, deficiente? Vai a parlarle!'” Ascoltò la metà più intelligente, si avvicinò e si presentò. “Mi sentivo come se stessi attraversando una barriera che non sapevo nemmeno esistesse”, ha detto Stephen.

Senza dubbio, incontri con disabilità presenta richieste che la maggior parte delle persone non deve mai affrontare. Ma come hanno scoperto molti uomini e donne come Stephen e Marietta, solo perché una relazione è fisicamente impegnativa, non deve essere il tuo segnale per correre verso le uscite.

Se “incontri con disabilità” è un confine che sei pronto a superare, ecco tre cose da tenere a mente.

1. Il cuore funziona bene, anche se alcune parti del corpo no . L’amore romantico dipende da qualità intangibili che possono essere influenzate dalle condizioni fisiche di una persona, ma di solito non lo sono. Lealtà, gentilezza, comprensione, perdono, umorismo: nessuno di questi soffre di limitazioni fisiche. Nel quadro generale dell’amore e del romanticismo, gli interni superano di gran lunga l’importanza degli esterni.

2. Ma non essere ingenua sui limiti che gli appuntamenti con le disabilità impongono . Sii realista. Tenete conto delle realtà della disabilità quando pianificate insieme le date. Sii onesto con te stesso e gli altri sui limiti che una disabilità potrebbe portare a una relazione. Non aver paura di uscire dalla tua zona di comfort: tieni i piedi per terra quando lo fai.

3. Soprattutto, parlare ! Discutendo apertamente delle sfide fisiche in coppia, lavorerai per superare un tipo molto più comune (e distruttivo) di disabilità negli appuntamenti: la mancanza di comunicazione. All’inizio può essere un po’ imbarazzante parlare di disabilità, ma è cento volte meglio che evitare l’argomento.

Post scriptum: Stephen e Marietta sono sposati da 15 anni. I loro consigli sugli appuntamenti con disabilità? Tieni il tuo cuore e i tuoi occhi ben aperti. A volte l’attrazione romantica prende una svolta inaspettata, che può portare all’amore per tutta la vita.

Sue
Sue
Sue
MS, RD e scrittore
Sue è un'eccellente coach, particolarmente concentrata alla risoluzione di problematiche legate all’informazione.
inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.1
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
BeNaughty
9.7
Leggere