https://hookupwebsites.org/it/tom-bergeron-era-un-appuntamento-buio-e-tempestoso/Tom Bergeron: è stato un appuntamento oscuro e tempestoso!
Divulgazione di affiliazione

Tom Bergeron: è stato un appuntamento oscuro e tempestoso!

Tom Bergeron: è stato un appuntamento oscuro e tempestoso!

L’ultima volta che ho avuto un appuntamento, Ronald Reagan era presidente. È vero. Non ho un appuntamento dal 22 maggio 1982. È stato allora che ho sposato mia moglie, Lois. E mentre andiamo spesso a cena, al cinema e cose del genere, e amiamo passare il tempo insieme, abbiamo smesso di frequentarci subito dopo aver iniziato a scambiarci i voti. Alcune coppie sposate fingono di frequentarsi ancora. Usano anche espressioni come “il nostro appuntamento serale”, ma non stanno prendendo in giro nessuno, men che meno le persone che stanno veramente insieme.

Diciamolo chiaro: una coppia sposata che finge di essere ad un appuntamento è come un quarterback in poltrona che finge di essere in campo. Non è la stessa cosa. Gli appuntamenti sono difficili. Non che un buon matrimonio non richieda lavoro, sì, ma molto del lavoro pesante è già stato fatto. Una volta sposati, sei abbastanza sicuro che ti piaci davvero e, a parte alcune abitudini di igiene personale e di pulizia della casa, che sei ragionevolmente compatibile. Quindi, quando eHarmony, una delle principali destinazioni di matchmaking, ha chiesto a me, un ragazzo felicemente sposato, di scrivere una rubrica per gli ospiti, ho pensato che mi avessero confuso con qualcun altro. Tom Berenger, forse, ma penso che sia anche sposato.

All’inizio hanno suggerito un argomento: come gli ultimatum possono aiutare le relazioni. Non mi interessava quell’idea; così ho detto loro: “Scriverò una rubrica se riesco a scegliere l’argomento”, che, ironia della sorte, è un ultimatum. Hanno detto bene.

Quindi, immagino che gli ultimatum POSSANO aiutare una relazione. eHarmony e io ci siamo trovati benissimo.

Quello di cui volevo scrivere, per ragioni che senza dubbio sembreranno egoistiche all’inizio, sono le somiglianze tra frequentarsi e scrivere un libro. Potrei non aver avuto un vero appuntamento per quasi ventisette anni, ma ho appena scritto un libro (Sto ospitando il più velocemente possibile! Lo Zen e l’arte di rimanere sani di mente a Hollywood disponibile il 7 aprile) e, lascia te lo dico, mi ha riportato tutte le sensazioni sconvolgenti della mia vita sentimentale.

Una volta che un contratto è stato negoziato ed ero legalmente obbligato a scrivere, il cursore lampeggiante sullo schermo del computer altrimenti vuoto mi ha spinto in una distorsione temporale emotiva. All’epoca non ho tracciato parallelismi, ma, col senno di poi, posso vedere le somiglianze. Questo libro, che non era ancora reale, incombeva MOLTO grande nella mia mente e occasionalmente le mani sudate. Meno libro, davvero, e più possibilità del libro. Firmando il contratto, mi ero impegnato in un viaggio. Ma non ero davvero sicuro di come fare il viaggio, o esattamente dove stavo andando. Dato che non l’avevo mai fatto prima, anche se ci avevo pensato spesso, tutto ciò che avevo era una mappa sfocata.

Anche le relazioni, o più precisamente la possibilità delle relazioni, sono così. Non sono fornite mappe nitide o coordinate GPS. Fai il primo passo o, nel caso del libro, scrivi quelle prime parole e spera per il meglio. A volte, al primo appuntamento, quando il cameriere ti ha chiesto se ti va di bere qualcosa, sei pronto per rannicchiarti con una bottiglia di tequila. Solo.

Durante i miei anni da single, di solito ero un buon primo appuntamento: affascinante, spiritoso, un buon ascoltatore. E ho detto modesto?

Al terzo appuntamento, tuttavia, avrebbe ordinato la tequila. La ragione? Me. Non ero disposto a rilassarmi, a fare battute disinvolte ea comunicare davvero. Di solito non c’era un quarto appuntamento. Dopotutto, se tutto è uno scherzo, niente è divertente. Ci è voluto incontrare (e non voler rischiare di perdere) Lois per farmi abbassare davvero la guardia.

Scrivere il libro mi ha riportato allo stesso bivio emotivo. Non volevo che tu, il lettore, conoscessi semplicemente le date da 1 a 3 Tom. Volevo che tu sapessi le date dal quarto al matrimonio da quasi ventisette anni Tom. Per farlo, però, non dovevo rischiare di perderti. Ho dovuto scrivere più di semplici storie divertenti (anche se ce ne sono molte). Avevo bisogno di aprirmi un po’. Lascio a te il compito di dirmi se ci sono riuscito.

Quello che ho scoperto scrivendo il libro, e continuo a trovare nel mio matrimonio, è che godersi il viaggio è la chiave. E se la mappa è un po’ sfocata, è solo perché la rendiamo più chiara con ogni scelta onesta che facciamo.

Possa tutta la tua tequila essere consumata insieme.

Sfoglia dentro Sto ospitando il più velocemente possibile! Lo Zen e l’Arte di Rimanere Sani a Hollywood qui o clicca qui per acquistare il nuovo libro di Tom Bergeron!

Anisa
Anisa
Anisa
MS, RD e scrittore
Anisa è consapevole che la crescita richiede tempo. Fornisce alle persone gli strumenti di cui hanno bisogno per affrontare le loro emozioni, migliorare la loro comunicazione e riflettere sul loro valore.
inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.1
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
BeNaughty
9.7
Leggere