https://hookupwebsites.org/it/incontri-ebraici-una-vista-da-l-interno/Incontri ebraici: una vista dall'interno
Divulgazione di affiliazione

Incontri ebraici: una vista dall’interno

Incontri ebraici: una vista dall’interno

Il pensiero di una persona ebrea che frequenta un’altra persona ebrea sembra semplice e diretto, ma a volte non lo è! Continua a leggere per una prospettiva interna sugli appuntamenti ebraici in America.

di Ellen Baskin

Essere ebrei in America significa cose diverse per persone diverse in luoghi diversi. L’ebraicità è spesso vissuta come identificazione con un gruppo etnico e culturale tanto quanto con una fede religiosa. Quindi aggiungi al mix la differenza tra crescere ebreo in una grande città come New York, Chicago o Los Angeles ed essere cresciuto in una piccola città.

Gli abitanti delle città possono dare per scontata la disponibilità 24 ore su 24, 7 giorni su 7, di cibo, teatro, organizzazioni educative e culturali e luoghi di culto ebraici. I piccoli cittadini possono sentire il legame unico che esiste in una comunità affiatata e minoritaria. Il risultato? Percezioni diverse da parte dei non ebrei e un’ampia gamma di autodefinizione da parte degli ebrei. Questi fattori sollevano problemi in ogni aspetto della vita ebraica, inclusi gli appuntamenti.

Dopo la seconda guerra mondiale, gli ebrei di tutto il mondo si stavano riprendendo dal massacro nazista di 6 milioni di ebrei europei. Molti di coloro che sono sopravvissuti si sono trasferiti negli Stati Uniti, che ora ospitano la seconda popolazione ebraica più grande del mondo. (Israele ha il più grande.) Per una serie di ragioni – alcune pratiche, altre emotive – negli anni successivi c’è stata molta pressione affinché i bambini ebrei uscissero e sposassero solo altri ebrei. Allo stesso tempo, dopo anni di discriminazione, gli ebrei sono stati finalmente inclusi nella vita americana tradizionale, il che ha portato a una popolazione più mista e a più ebrei che frequentano non ebrei.

Quando crescevo nel Queens, uno dei quartieri periferici di New York City, il quartiere era molto etnico e prevalentemente ebraico. Quindi uscire con ragazzi ebrei era praticamente la norma per tutto il liceo, e ci sarebbe stata una forte resistenza in casa al fatto che avessi un ragazzo che non era ebreo. Una volta partito per il college c’era più libertà di fare ciò che volevo, ma dal momento che mi sono sempre sentito molto identificato come ebreo, tendevo ancora a gravitare intorno ai ragazzi ebrei. Allo stesso tempo, è stato anche divertente incontrare persone provenienti da luoghi diversi con background diversi, e sono uscita anche con uomini non ebrei.

Lo stretto senso di comunità che è una parte importante della cultura ebraica si riflette più chiaramente all’interno delle singole famiglie. Ci sono molti elementi positivi nello stereotipo culturale di una famiglia ebrea: calore, tanto amore, sostegno incondizionato e valori familiari profondi e intensi (anche il cibo può essere davvero eccezionale). A volte può sembrare una libertà esagerata per tutti, e anche quando cresci nel mezzo di una grande famiglia ebrea unita, come ho fatto io, può volerci una vita per abituarti. Quando gli ebrei escono con non ebrei, questo può sembrare un po’ opprimente per qualcuno che potrebbe essere cresciuto in un ambiente emotivamente più contenuto.

Incontri ebraici – Riformato, conservatore, ortodosso

Il pensiero di una persona ebrea che frequenta un’altra persona ebrea sembra semplice e diretto, ma a volte non lo è. Negli Stati Uniti, più ebrei si identificano attraverso la cultura e la tradizione ebraiche rispetto all’affiliazione religiosa formale. Coloro che si considerano affiliati generalmente rientrano in tre categorie: riformati, conservatori e ortodossi, che, più fondamentalmente, si riferiscono a livelli di osservanza. Gli ebrei ortodossi seguono le leggi religiose in modo più rigoroso – ad esempio, seguono una dieta kosher e osservano rigorosamente il sabato ebraico (sabato) – e avrebbero meno probabilità di uscire con ebrei riformati o conservatori, che sono più flessibili riguardo al loro livello di pratica religiosa.

Quando esco con uomini ebrei, a volte sento un’immediata sensazione di familiarità, anche se ci siamo appena conosciuti. Viene stabilita una connessione, basata su un senso di storia e patrimonio collettivo. Ma in fondo, una relazione riguarda due singole persone, e ci deve essere più in comune del semplice fatto che entrambi sono ebrei. Se si sviluppa uno stretto attaccamento, anche se nessuna persona è particolarmente religiosa, i costumi e i valori ebraici condivisi possono aiutare a formare una solida base nella costruzione di una relazione duratura. Questo legame comune è uno dei vantaggi degli ebrei che si frequentano e si sposano tra loro. Sposarsi all’interno della religione garantisce anche la continuità del popolo ebraico, poiché i loro figli saranno naturalmente ebrei.

Incontri interreligiosi ebrei e matrimoni misti

Qualunque siano i tuoi sentimenti personali riguardo ai matrimoni misti, c’è una ragione molto basilare per cui i leader della comunità ebraica esortano gli ebrei a frequentare e sposare altri ebrei: la sopravvivenza della religione e della cultura. Ci sono circa 6 milioni di ebrei negli Stati Uniti, poco più del 2% della popolazione complessiva. Secondo dati recenti, quasi la metà degli ebrei americani sposa non ebrei e di quelle coppie sposate solo un terzo circa alleva i propri figli come ebreo. Senza fare calcoli complicati, è facile capire perché la comunità ebraica incoraggi gli appuntamenti e il matrimonio all’interno della fede o la conversione di un potenziale coniuge all’ebraismo.

Quando gli ebrei frequentano non ebrei, per molti versi non può sembrare diverso da qualsiasi nuova relazione. Ho sempre pensato che parte del divertimento di conoscere qualcuno sia scoprire la loro educazione, conoscere la loro famiglia, conoscere nuove persone e tradizioni. Quando si tratta di appuntamenti interreligiosi, molto dipende dal ruolo che gioca l’essere ebrei nella vita quotidiana di qualcuno. È qualcosa che verrà fatto separatamente dalla persona con cui sta uscendo? Cosa succede se le cose tra loro si fanno serie? Il partner prenderebbe in considerazione la conversione? Sarebbe importante? E i bambini? Saranno cresciuti ebrei? Questi e altri problemi simili possono sorgere quando gli ebrei frequentano non ebrei, ed è importante affrontarli prima piuttosto che dopo lungo la strada della relazione.

Anisa
Anisa
Anisa
MS, RD e scrittore
Anisa è consapevole che la crescita richiede tempo. Fornisce alle persone gli strumenti di cui hanno bisogno per affrontare le loro emozioni, migliorare la loro comunicazione e riflettere sul loro valore.
inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.1
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
BeNaughty
9.7
Leggere