https://hookupwebsites.org/it/perche-ogni-donna-ha-bisogno-di-un-fine-settimana-per-se-stessa/Perché ogni donna ha bisogno di un fine settimana per sé?
Affiliate Disclosure

Perché ogni donna ha bisogno di un fine settimana per sé?

Perché ogni donna ha bisogno di un fine settimana per sé?

A differenza della maggior parte dei ragazzini in età universitaria, i miei obiettivi non sono mai stati rivolti allo studio all’estero. Non mi sono mai dilettato con l’idea di prendermi una pausa per girare l’Europa con lo zaino o fare un anno sabbatico in Asia per trovare il mio zen. Invece, ero quella personalità di tipo A eccessivamente nervosa che ha iniziato a risparmiare per trasferirsi a New York dalla Carolina del Nord dall’età di 15 anni, ha fatto gli straordinari per laurearsi presto al college e ha fatto il viaggio di 800 miglia senza lavoro o appartamento. Sapevo dove volevo costruire la mia vita e che volevo essere uno scrittore, quindi non ho considerato un passaporto necessario quanto la mia tessera della metropolitana.

Sono rimasto sulla strada retta e ristretta di diventare uno scrittore affermato fino a quando una rottura emotivamente traumatica con un ragazzo di 8 anni più grande di me mi ha fatto impazzire. Vivevo a New York da poco più di due anni, e mentre tutto brillava ancora di speranza e possibilità, il mio cuore era spezzato da tante promesse mancate. È stato dopo una notte di sonno agitato e di lotta con le federe macchiate di mascara che mi sono ricordata la mappa del mondo che ho appeso in ogni appartamento che abbia mai affittato. Proprio come c’era così tanto amore che mi era rimasto da provare, c’era così tanto del mondo che non avevo mai calpestato.

Ho deciso che era ora di fare un viaggio, tutto da solo.

E sebbene il mio primo viaggio sia stato domestico – a Porto Rico – la mia tradizione annuale di esplorare il mondo in modo indipendente mi ha portato da Cancun, in Messico, a Londra e molte altre destinazioni. Sto ancora resistendo a quell’uomo magico, ovunque sia, ma nel frattempo sto lavorando per esercitare il mio passaporto e quindi la mia prospettiva del mondo viaggiando il più possibile. Se hai pensato di fare il primo passo in un viaggio in solitaria, lascia che te lo dica per primo: ogni donna (e ogni uomo, del resto), dovrebbe viaggiare da sola, almeno una volta o tutte le volte che può.

Ecco alcuni motivi:

Ottieni più di una camera con vista.
Il mio viaggio da solista più recente – a Cancun, in Messico, al JW Marriott Resort, è stato all’inizio della triste stagione invernale di New York ed è stata una pausa tanto necessaria dal raggruppamento e dalle lunghe ore di lavoro. Ogni volta che viaggio da solo, ho la tradizione di lasciare i bagagli davanti alla porta e concedermi del tempo mentre mi sistemo nella stanza. Apro del vino (o lo ordino dal servizio in camera), indosso i morbidi accappatoi inclusi e apro le finestre o le porte del patio. A Cancun, il semplice atto di guardare l’oceano ha fatto svanire istantaneamente il mio stress dalla città. Non ero la donna single, ventenne che viveva in città, cercando di trovare l’amore o di capire il mio percorso, ero solo una viaggiatrice che si affacciava sull’infinita vastità delle acque blu sotto di me, annusando l’aria salmastra e sorseggiando un po’ di vino meritato. Quei momenti tranquilli mentre viaggi da solo sono così preziosi e le distrazioni di chi ti circonda, la tua lista di cose da fare in crescita e il tuo dialogo interno sono più facili da desiderare, mentre ti permetti di vivere il momento.

Tu fai le tue regole – e amici.
Quando ho visitato Londra, volevo assolutamente acquistare oggetti d’antiquariato nelle strade storiche e colorate di Notting Hill, quindi sono salito sulla metropolitana e ho navigato attraverso i vari collegamenti. Dopo aver trovato una vecchia collana da chiamare mia, mi sono sistemata in un bar per leggere e bere un caffè, e sono stata accolta da un gruppo di amici che si chiedevano da dove venissi. E quando ho fatto quel primo viaggio da solo a Porto Rico, un trio di studenti di medicina locali mi ha invitato a bere con loro, raccontandomi tutte le loro storie sull’isola. E quando ero in Messico, incontrare estranei amichevoli non è mai stato difficile, specialmente quando condividi un’affinità per lo snorkeling o il parapendio. Quando trascorri un fine settimana da solo, puoi decidere tu e costruire la tua avventura. Non ci sono limiti di tempo e scadenze da rispettare: puoi vivere la cultura e incontrare coloro che la creano, senza preoccuparti delle opinioni degli altri.

Puoi concederti il lusso di ciò che significa di più per te.
Faccio del mio meglio per risparmiare sui costi ogni volta che viaggio ovunque, pensando che più risparmio, più posti posso controllare dalla mia lista dei desideri. Ma ci sono alcune amenità ed esperienze che voglio avere in ogni regione che visito, e per me – la custode del mio portafoglio e delle mie decisioni finanziarie come donna single – quelle cose valgono il costo. Spesso aggiorno il mio volo per una piccola tassa (o con l’aiuto di una carta di credito di viaggio) per sedermi vicino alla parte anteriore degli aerei, quindi sono l’ultimo a salire. Porto sempre con me un souvenir prodotto localmente e che può essere esposto con orgoglio a casa mia. E ceno in ristoranti che sono altamente raccomandati. Mentre ero in Messico, mi sono goduto un pasto di lusso da Porfirio’s, dove il guac aveva le cavallette e i churros venivano portati in tavola su un mini-camion. E sì, mentre l’arredamento era incredibilmente romantico, con petali di rosa che galleggiavano nelle fontane, non mi sentivo triste di essere solo. Mi sono sentito grato di avere l’esperienza e il cibo delizioso nella mia pancia.

Costruisce la tua fiducia.
Probabilmente la mia parte preferita del viaggio da solista non è nemmeno come mi sento quando arrivo, ma quando parto. La mia ultima notte, mentre vado a letto con la porta aperta in Messico, lasciando che le onde mi scuotono fino a farmi addormentare o guardi lo skyline di Londra, in soggezione per il suo fascino, penso a quanto lontano sono arrivato come persona, come una donna, come professionista. Le gambe che mi portano a queste destinazioni sono le mie, i viaggi che faccio provengono dal mio conto di risparmio e facendo. I sogni che ho realizzato sono dovuti al mio duro lavoro e al mio spirito. Il senso di realizzazione – e gratitudine – è enorme quando faccio le valigie e guardo indietro alla stanza d’albergo un’ultima volta prima di fare l’autostop per New York. È un promemoria che mentre potrei essere single e potrei desiderare un partner con cui condividere queste esperienze, sono dannatamente orgoglioso di ciò che ho creato, senza alcun uomo, nessuna persona, alcun aiuto, affatto.

E anche se verrà uno di questi bei, bei giorni, spero di avere sempre almeno un fine settimana solo per me.

Lindsay Tigar è una scrittrice, editrice e blogger single di 26 anni che vive a New York City. Ha iniziato il suo popolare blog di appuntamenti, Confessioni di un’appassionata d’amore, dopo troppi appuntamenti terribili con uomini alti ed emotivamente non disponibili (la sua debolezza personale) e ora sta sviluppando un libro su di esso, rappresentato dalla James Fitzgerald Agency. Scrive per eHarmony, YourTango, REDBOOK e altri. Quando non scrive, puoi trovarla a una lezione di boxe o yoga, prenotare il suo prossimo viaggio, sorseggiare vino rosso con gli amici o portare a spasso il suo adorabile cucciolo, Lucy.

Sue
Sue
Sue
MS, RD e scrittore
Sue è un'eccellente coach, particolarmente concentrata alla risoluzione di problematiche legate all’informazione.
inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.1
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
BeNaughty
9.7
Leggere