https://hookupwebsites.org/it/5-modi-per-superare-il-dolore-di-una-rottura/5 modi per superare il dolore di una rottura
Affiliate Disclosure

5 modi per superare il dolore di una rottura

5 modi per superare il dolore di una rottura

C’è un dolore letterale che deriva dalla perdita di una relazione: un dolore acuto e palpabile che la maggior parte delle persone sente nel punto in cui le loro costole inferiori si connettono. È un dolore pulsante e lacrimoso che ti scava nel diaframma e ti toglie il respiro. È un dolore che sfida le distrazioni, respinge il cibo e pulsa anche durante il sonno.

Per molte persone con il cuore spezzato, questo dolore fisico è una delle parti peggiori di una brutta rottura o divorzio. Per prima cosa, li spaventa. Non possono farlo andare via, quindi si chiedono quando si fermerà mai o se si sentiranno mai meglio.

Inoltre, in modo esasperante, sembra che il contatto con il loro ex sia l’unica cosa che fermerà il dolore. Questo è vero anche se sanno intellettualmente che la relazione con il loro ex è tossica e qualsiasi contatto alla fine porterà solo più dolore. Desiderano ancora il sollievo temporaneo che potrebbe portare.

Se ti trovi in questo luogo doloroso e confuso, ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a superarlo:

1. Smettila di picchiarti .

La maggior parte delle persone che stanno attraversando questa esperienza crede che ci sia qualcosa di sbagliato in loro per sentirsi come si sentono. Questo perché c’è un potente e falso mito che circola nella nostra cultura secondo cui dovresti essere in grado di “superare” una relazione senza tale enorme dolore e devastazione.

Non vero. Tutti coloro che hanno perso una relazione profondamente cara passano attraverso quello che stai passando tu. Le persone per le quali le rotture erano facili semplicemente non erano legate a quella particolare persona così profondamente come lo eri tu al tuo ex. Hai fatto così male perché hai amato così profondamente.

Ma ironia della sorte, le persone che sperimentano questo tipo di devastazione spesso si vergognano e come se ci fosse qualcosa di sbagliato in loro. Quindi nascondono / intorpidiscono / sopprimono il dolore e cercano di superarlo da soli. Non sei solo. E non c’è niente di sbagliato in te. Al contrario, sei bravo a legare e ad attaccarti agli altri. Questa è una cosa meravigliosa, nel contesto di una relazione sana.

2. Riformula questo come ritiro.

Gli esseri umani sono costruiti per legare e formare attaccamenti estremamente potenti. Ci sono sistemi fisici nel tuo cervello e nel tuo corpo che ti uniscono emotivamente alle altre persone. Questi sistemi hanno molto in comune con i sistemi fisici della dipendenza. Quando i tuoi legami di attaccamento vengono spezzati, vai in ritiro.

Gli eroinomani, privati della loro dose, si contorcono sudando sui loro letti nel dolore fisico, desiderando l’unica cosa che lo farà smettere – anche se sanno, intellettualmente, che potrebbe ucciderli. Spesso scambiano letteralmente le loro vite con la speranza di qualche ora in più di pace tra le braccia di Morfeo.

Allo stesso modo, le persone con il cuore spezzato giacevano raggomitolate sui loro letti come gamberetti, in preda al dolore che sembra di essere lentamente impalate attraverso il loro plesso solare. Nella loro agonia, bramano la pace temporanea del contatto con il loro ex, anche se sanno che quasi sicuramente porterà solo a più delusione, rifiuto e vergogna.

La differenza è che gli eroinomani sanno di essere in astinenza. E sanno che se riescono a superare qualche giorno, migliorerà. Le persone che soffrono per il dolore di una rottura non hanno tali garanzie e si sentono solo spaventate e indifese.

Ricordare a te stesso che sei in ritiro fisico ti aiuterà a dare un senso a ciò che sta accadendo. Ti aiuterà anche a ricordare che questo è temporaneo e un segno che la tua guarigione è iniziata.

3. Concediti del tempo.

Ti aspetteresti che qualcuno che sta attraversando l’agonia dell’astinenza funzioni come se niente fosse? Certo che no, ma in qualche modo non concediamo alle persone con il cuore spezzato il tempo e lo spazio di cui hanno bisogno per rimettersi insieme prima di incoraggiarle brillantemente a uscire e uscire insieme, fare nuove amicizie o intraprendere con entusiasmo un nuovo hobby .

Il recupero non funziona in questo modo. Stai attraversando qualcosa di grande e ti è permesso di non stare bene per un po’. Abbraccia la tua tristezza. Senti il tuo dolore. Riconosci le perdite. Il paradosso del dolore è che più coraggiosamente lo permettiamo, e permettiamo a noi stessi di non stare bene per un po’, più velocemente guariamo.

Questo è un momento fragile e vulnerabile e darti tempo e spazio per guarire da questa ferita emotiva, proprio come faresti con una ferita fisica, ti aiuterà a rafforzarti in modo che quando sarà il momento giusto potrai ricominciare ad andare avanti.

4. Vai in tacchino freddo.

Decidi di essere fatto. Se è troppo difficile pensare di non rivedere mai più il tuo ex, impegnati a non entrare in contatto con loro oggi. E questo significa non interagire con loro letteralmente, virtualmente o nella tua mente.

Quest’ultima parte, “pulizia della mente”, è la più difficile, ma la più essenziale per il tuo recupero. Una cosa è smettere di avere contatti con il tuo ex, tagliare i cavi digitali dei social media ed evitare probabili scontri. Ma solo perché non sei fisicamente con il tuo ex non cambia la loro presenza costante nella tua mente. E qui sta il problema: ogni volta che pensi al tuo ex, rafforza il tuo legame emotivo e fisico.

Può essere enormemente difficile reindirizzare i tuoi pensieri e tornare consapevolmente al momento presente più e più volte. Ma sviluppare questo tipo di controllo mentale e impedirti di andare nella tana del coniglio angosciante dei sogni ad occhi aperti, della ruminazione e del rimaneggiamento ti renderà libero più velocemente di qualsiasi altra cosa.

5. Niente panico.

Le persone possono essere davvero preoccupate per se stesse quando sono distrutte dal dolore e si sentono come se stessero cadendo a pezzi all’indomani di una rottura. Quando non riesci a smettere di pensare al tuo ex anche se sai che dovresti, e non riesci a “superarlo” rapidamente come tutti vorrebbero, è facile farsi indurre a credere che ci sia qualcosa che non va.

Non c’è. Sei in astinenza e il tuo corpo lo sente. Desideri qualcosa che non puoi più avere. Abbraccia il processo di recupero, concediti del tempo per guarire e abbi fiducia nel processo. Presto sarai dall’altra parte.

La dott.ssa Lisa Marie Bobby, LMFT, BCC è la fondatrice di Growing Self Counseling and Coaching a Denver, in Colorado, autrice di “Exaholics: Breaking Your Addiction to Your Ex Love” e conduttrice di The Love, Happiness and Success Podcast.

Sue
Sue
Sue
MS, RD e scrittore
Sue è un'eccellente coach, particolarmente concentrata alla risoluzione di problematiche legate all’informazione.
inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.1
Leggere
OneNightFriend
9.3
Leggere
BeNaughty
9.7
Leggere